venerdì 26 gennaio 2018

Condividere, o no? Più le cose della settimana, più un nuovo dipinto



Questo è il mio ultimo dipinto, finito proprio due giorni fa. 
Fa ancora parte del progetto Floral, si intitola Floral 8, misura cm 30x30, è realizzato con tecnica mista su cartone rigido telato, e lo potete trovare nel mio sito.

La mia ricerca continua e si espande. Non so ancora bene dove mi porterà e più volte mi sono chiesta se fosse giusto, buono, interessante, condividerne i passaggi
Chi opera nella mia stessa disciplina, qualunque sia la sua arte, il suo mezzo espressivo, penso capisca bene di cosa sto parlando. 
Da una parte abbiamo bisogno di condividere, di mostrarci, per tanti motivi, anche, detto molto sinceramente, il fatto che questo per noi è (anche) un lavoro
Dall’altra, c’è sempre un pudore dell’esposizione, una voglia intima di agire in silenzio, in segreto, senza mostrare. Specialmente quando, come me adesso, ci sentiamo, ci troviamo, per volontà o per forza di cose, in una fase di cambiamento, che nemmeno noi, nemmeno io, sappiamo ancora bene dove condurrà, come, in quanto tempo
Ci ho pensato dunque, se condividerla, o prendermi un periodo più o meno lungo di silenzio e tornare a cose fatte. Ho deciso per la prima. Almeno per il momento. 
Mostrati, mi sono detta. Mostrane le fasi, parla di come le vivi, anche nelle incertezze. Potrebbe essere utile, potrebbe interessare, magari anche ispirare. Non so, mi muovo a braccio, camminando su terreni fragili in campi nuovi, ma mi mostro così come sono, senza schermi, con le braccia aperte della sincerità.
***

Per il resto, la mia settimana è stata piuttosto quella delle cose non terminate. Mi ero data alcuni compiti (per primo: ultimare la procedura per dare inizio ad una newsletter). 
Non ne ho portato a termine nemmeno uno. Fantastico :)
Li ho spostati alla prossima, sperando di essere più proficua.
Sempre in settimana ho letto (iniziato e finito) "Bugiarda no, reticente" di Franca Valeri. Io lei la adoro, semplicemente. Però  la preferisco come attrice. Il libro, pur godibilissimo, arguto, intelligente, l'ho trovato un po' difficile, macchinoso. Forse anche perché finivo per leggerlo a tarda sera, troppo stanca per apprezzarne completamente l'acuta ironia. 

Infine: in giardino sta giungendo alla sua massima espressione la fioritura delle camelie: uno spettacolo per occhi e cuore. I merli iniziano a volare di nuovo in coppia. Le giornate sono impercettibilmente più lunghe.
Stasera farò una torta con farina di castagne e caffè.

Da qui è tutto, alla prossima.

Nessun commento:

Posta un commento

grazie per i commenti che lascerete :)
seppure non sempre riuscirò a rispondere personalmente a tutti, sappiate che apprezzo molto che qualcuno decida di spendere un po'; del suo tempo a farlo.
tiziana

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

shiny counter